Ecco un piccolo elenco di alcuni software SEO Tools che utilizzo per il mio lavoro:

Rank checking

Link popularity e link building

Link interni e header HTTP

Controllo del PageRank

Velocità di risposta

Generazione automatica di testi

Estensioni per Firefox

Se conoscete altri tool che ritenete utili, segnalateli pure nei commenti!

Non perderti i prossimi post: segui il blog tramite Feed RSS Feed del blog

9 commenti a questo post Feed dei commenti al post
  1. Ottimi questi tools, grazie
    Una cosa:
    Content Spinner, l’ho provato ed è solo per l’inglese, almeno non riesce a trovare sinonimi per dei testi in Italiano, ne conosci qualcuno che possa farlo per la nostra lingua?

    Ciao

    simone

  2. Ciao Simone,
    in che senso trovare sinonimi? Che io sappia quel programma non ha un database di sinonimi, nè in inglese nè in altre lingue.
    Hai letto il tutorial per creare i template?

    Petro

  3. Avevo letto velocemente anche il tutorial,però mi accorgo solo ora che il tool non fa quello da me indicato, sorry!
    Poteri chiederti come lo usi?
    Cioè in che campi lo utilizzi,se per fare article marketing o articoli vari per il web…
    sempre se lo vuoi condividere
    Ti chiedo ancora se conosci dei tools che facciano al caso mio.
    Grazie ancora e complimenti anche per “Search Brain”, attendo sempre nuovi articoli da te e gli altri super membri
    Ciao

    simone

  4. Ciao Simone,
    il sito della software house già indica molti scopi intelligenti (article marketing, titoli e descrizioni per directory submission, contenuti per siti web), aggiungo che si può usare per inserire testo ottimizzato ma non duplicato anche nelle pagine di uno stesso sito.
    Non conosco tool che facciano quello che chiedi tu, chiedo ai colleghi e in caso positivo ti faccio sapere (anzi aggiorno pure la cassetta degli attrezzi).

    Grazie mille per i complimenti, li giro al resto del team :-)

    Petro

  5. Ciao Maurizio.
    Sto provendo il tool Content Spinner, alcune considerazioni:

    1) da miei test e dalle mie conoscenze, Google tende a valutare i documenti duplicati in base a dei pezzi di frase nei documenti.
    dovrebbe a mio avviso scattare, e non solo mie ipotesi da quello che sento nei forum , un campanello d’allarme nel momento in cui trova dalle 4 parole identiche nei pezzi presi in esame ( a parte le stop words..) confermi anche te questa cosa?

    2)Ora se dovessi scrivere un documento usando Spinner,con delle varianti di testo fisso di 3 parole, diventerebbe un problema fare anche solo un articolo di 800-900 battute .
    penso che il tempo utilizzato per farne uno, si possa fare una decina di pezzi originali,o forse sbaglio in qualcosa nell’utilizzo del tool?

    Grazie per la condivisione

    Ciao

    Simone

  6. Ciao Simone,

    ciò a cui ti riferisci nel punto 1) sono i cosiddetti n-grams, ovvvero sequenze di n termini consecutivi all’interno di una frase.
    E’ vero, che anche in base alle corrispondenze di questi i motori riconoscono il contenuto duplicato, ma generalmente non ne bastano due o tre.

    Il fatto è che c’è un limite, al di sopra del quale si può dire con una certa sicurezza che il contenuto è una copia; ma sotto a questo limite la faccenda è molto variabile.
    (Decidere di filtrare piuttosto che posizionare un documento, comincia a dipendere dal tipo di sito, da quanti sono i documenti “simili” conosciuti nell’indice del web, da quanto il tuo documento si discosta dalla media dei propri simili, e via così.)

    Sul content spinner: hai ragione, lavorare a un template (devi idearlo, trovare sinonimi e perifrasi, testarlo…) per tirare fuori articoli umanamente leggibili di 8-900 battute richiede tempo, a volte troppo. Sicuramente non vale la pena farlo per 10 o 12 varianti: verrebbero meglio scritte a mano, senza dubbio.
    …Ma se di varianti ne devi fare 50, o 500; oppure se ti accontenti che siano… un po’ meno che piacevolmente leggibili ;)

    Petro

  7. Anch’io uso come strumenti principali ranktracker e seospyglass, dopo averne provati parecchi.
    Grazie delle altre segnalazioni, in particolare la sezione link interni e http header.

    Mancano banalmente seotoolbar di aaron wall
    e seoquake.
    Li uso parzialmente soprattutto per brainstorming iniziale.
    SEOquake ha un’utile funzione di esportazione della lista di posizionamenti con annessi parametri in csv.

    fedevit

  8. ciao maurizio, anche io ho realizzato dei seo tools
    http://www.fortunecat.it/seotools/
    posso segnalarli?

    grazie e scusa per il disturbo ;)

    fortunecat

  9. Mi unisco pure io, se posso segnarlare in questa sezione i miei tools :

    http://www.houndseotool.com/

    In collaborazione con web marketing forum ho creato questo software per gestire tutto quello che riguarda il posizionamento e la web analysis. Sul sito ( houndseotool.com ) e’ possibile richiedere un account completamente gratuito per provare e testare un dominio :-)

    Spero lo troviate utile..

    Se avete esigenze particolari richiedetele sul forum e presto saranno implementate nelle versioni successive.

    Ciao,

    Daniele :-)

    Daniele Pelleri

Commenta: La cassetta degli attrezzi, la mia raccolta di software SEO

Nota: l'amministratore potrebbe aggiungere l'attributo NoFollow ai link e/o agli URL inseriti nei commenti.
L'aggiunta o meno del NoFollow sarà valutata caso per caso, a discrezione dell'amministratore.
P.s. nel campo "nome" va inserito il proprio nome o nickname, non un anchor text ottimizzato.